Come comportarsi in Thailandia

La Thailandia è conosciuta anche come la terra dei sorrisi, perché il popolo thailandese è sempre sorridente, gioviale, amichevole. Non appena arrivato il Thailandia, ti sentirai quindi accolto, del tutto a tuo agio, capace di inserirti alla perfezione tra la gente del posto. Sentirai immediatamente che non hai nulla da temere e non avrai remore di alcun tipo a metterti a chiacchierare con i thailandesi, che sono sempre pronti infatti a raccontare tutto, ma proprio tutto della loro cultura, della loro storia, delle bellezze del loro territorio ai turisti.

Ci sono però alcune piccole regole su come comportarsi in thailandia che è bene prendere in considerazione, per evitare di commettere errori in una terra così lontana e diversa dalla nostra, per evitare di offendere i thailandesi. Ecco di seguito tutte le regole che è bene conoscere prima di partire per il tuo primo viaggio in Thailandia.

Il saluto

Salutare è segno di rispetto, in Thailandia così come in ogni altro paese del mondo. Paese che vai usanza che trovi ovviamente! Qual è quindi l’usanza in Thailandia? Prima di tutto è bene conoscere la parola che devi pronunciare quando incontri o saluti qualcuno: Sawatdee-krap è il termine che deve essere pronunciato dagli uomini e Sawatdee-kah quello che invece deve essere pronunciato dalle donne.

I thailandesi usano i nostr il wai per salutare, ma anche per ringraziare e per dimostrare rispetto verso le persone di status sociale più elevato oppure più anziane. Si tratta di un gesto che consiste nel giungere i palmi delle mani, all’altezza del petto o più in alto, e inchinare la testa verso il basso. Se qualcuno ti saluta in questo modo, rispondi anche tu con un wai. Ricorda infatti che non rispondere è segno di mancanza di rispetto, di scortesia, una vera e propria offesa che i thailandesi potrebbero non prendere molto bene.

È molto importante prestare attenzione allo status sociale o all’età della persona che ti ha appena fatto un wai, così da rispondere adeguatamente:

  • Se devi rispondere al wai di una persona più giovane di te o di status sociale più basso rispetto al tuo, le mani devono essere all’altezza dei polmoni.
  • Se hai ricevuto il wai da una persona della tua stessa età o del tuo stesso status sociale, le mani devono trovarsi all’altezza del mento.
  • Per rispondere al wai di una persona più anziana o di più elevato livello sociale, tieni invece le mani all’altezza del naso.
  • Infine, i wai di monaci e membri della famiglia reale. In questo caso devi tenere le mani all’altezza della fronte.

Il wai è un gesto molto diffuso in Thailandia, ma se ti trovi nel paese per motivi di lavoro vedrai che gli uomini d’affari si sono ormai abituati alle classiche strette di mano occidentali. Impossibile che non avvenisse questo cambiamento, dato che gli uomini d’affari thailandesi hanno a che fare ogni giorno con uomini d’affari provenienti da ogni altro angolo del mondo. Ti consigliamo però di stringere la mano solo agli uomini. Meglio evitare questo gesto con le donne, soprattutto se ti trovi in un luogo pubblico e con molte persone presenti. Toccare una donna infatti, come abbiamo poco fa avuto modo di affermare, può essere sconveniente in Thailandia. Meglio un semplice cenno del capo, accompagnato da un sorriso.

In situazioni formali, ricorda che puoi presentarti solo ed esclusivamente con il tuo nome. In Thailandia infatti i cognomi non hanno molta importanza, se non in situazione formali oppure nelle comunicazioni scritte. I thailandesi potrebbero utilizzare il termine Khun prima del tuo nome, con cui si indicano tutti gli uomini e le donne, siano essi spostati oppure no.

I gesti da evitare

Hai deciso di partire per la Thailandia con la tua dolce metà? È bene sapere che per i thailandesi più conservatori toccare una donna in pubblico, come abbiamo poco fa affermato, è del tutto sconveniente. Abbracci e baci dovrebbero quindi essere evitati, soprattutto se ti trovi al di fuori dei luoghi più turistici del paese. Nei luoghi più turistici gli atteggiamenti tipici occidentali infatti sono ormai accettati. Noi occidentali siamo soliti elargire abbracci, baci, energiche strette di mano, pacche sulle spalle non solo alla nostra dolce metà, ma anche ad amici e conoscenti. Questi atteggiamenti devono essere evitati con i thailandesi, persino se si tratta di amici di vecchia data che hai deciso di andare a trovare dopo molti anni di lontananza. Abbracci e baci vanno bene solo in ambienti privati infatti, mai in luoghi pubblici dove sono considerati del tutto sconvenienti.

Ricorda soprattutto di evitare di toccare la testa dei thailandesi, considerata infatti come la parte in assoluto più sacra di tutto il corpo e proprio per questo motivo intoccabile. È bene evitare inoltre di puntare i piedi verso qualcuno, di toccare un’altra persona con i piedi, di mettere i piedi sopra i seggiolini degli autobus e simili. I piedi infatti sono la parte più impura del corpo, che deve assolutamente essere tenuta quanto più possibile nel posto che le compete, a contatto quindi con il terreno.

Tra gli altri atteggiamenti da evitare, puntare il dito verso qualcuno, gesticolare in modo eccessivo e agitare le mani. Questi sono gesti a cui noi occidentali non facciamo caso, ma che in Thailandia possono comportare qualche conseguenza negativa. Meglio evitare! Molto importante poi non arrabbiarsi in pubblico, urlare, avvicinarsi con violenza al viso di un thailandese. I problemi in Thailandia si rivolgono con calma, serenità e comunicazione. Se devi passare un oggetto a qualcuno, fallo sempre e solo con la mano destra, dato che la sinistra è considerata impura, e fai in modo che l’oggetto non debba passare sopra alla testa di un’altra persona.

Come evitare di offendere i thailandesi: rispetto per la famiglia reale e il buddismo

Evitando tutti i gesti e gli atteggiamenti di cui ti abbiamo sopra parlato, riuscirai a non offendere i thailandesi e ad avere con loro un rapporto eccellente. Non è tutto però, devi anche evitare di dire qualcosa di male sulla famiglia reale o su Buddha. Ecco alcune indicazioni su come comportarsi in Thailandia per non offendere nessuno.

I Thailandesi amano intensamente il loro re. Non lo criticano mai e non scherzano su ciò che lo riguarda. Evita quindi di parlare male del re o di scherzare sulla monarchia, pena il rischio di litigare con i thailandesi, di offenderli intensamente, di finire addirittura in prigione. Devi cercare di trattare con il massimo rispetto possibile anche tutto ciò che rappresenta la famiglia reale, monete e banconote comprese ovviamente. Ricorda che all’inizio di ogni spettacolo teatrale e di ogni proiezione cinematografica viene suonato l’inno nazionale. È obbligatorio alzarsi in piedi, anche per te che sei solo un turista.

Non devi criticare o scherzare su Buddha e devi portare il massimo rispetto possibile alle sue rappresentazioni. Anche un semplice volantino che ti viene consegnato per strada e su cui sia rappresentato il Buddha deve essere rispettato. Vietato quindi metterlo nella tasca posteriore dei pantaloni o lasciarlo su una panchina. Si tratta pur sempre di una rappresentazione sacra! Per portare rispetto al Buddha e al buddismo è molto importante tenere un abbigliamento adeguato. Indossa quindi abiti lunghi, che coprano quanto più possibile il tuo corpo e togli sempre le scarpe prima di entrare in un luogo sacro.

Se vuoi scoprire come comportarsi in Thailandia con suore e monaci, ecco qualche indicazione importante. Ricorda che gli uomini non devono toccare né sfiorare le suore mentre le donne non devono toccare nè sfiorare i monaci buddisti. Queste sono indicazioni importanti da tenere a mente soprattutto sui mezzi pubblici. Se sei un uomo, puoi sederti accanto ad un monaco buddista. Se sei una donna invece devi sederti lontano dal monaco. Non ci sono altri posti liberi? Chiedi ad un uomo di sedersi accanto al monaco e tu prendi il suo posto.

Come comportarsi se sei stato inviato in una casa

Hai fatto amicizia con un thailandese durante la tua vacanza e sei stato inviato a casa sua? Si tratta senza alcun dubbio di un’esperienza incredibile. Avrai infatti la possibilità di vedere con i tuoi stessi occhi come si vive in Thailandia e di scoprire da vicino la parte più vera della cultura del paese. Ma come comportarsi in Thailandia nelle case e nei luoghi privati?

Per evitare di offendere il tuo amico, ricorda di toglierti le scarpe prima di entrare nella sua casa, segno questo di grande rispetto. Ricorda inoltre di non presentarti a mani vuote. Anche portare con te un dono è segno di grande rispetto infatti!

Come abbiamo prima avuto modo di affermare, ogni oggetto deve essere passato con la mano destra, dato che la sinistra è considerata impura. Anche il dono non fa eccezione, da offrire quindi con la mano destra sempre e comunque. Qui da noi in Italia, se si porta un dono ci si aspetta che la persona che lo riceve lo apra immediatamente. Non aspettarti lo stesso atteggiamento in Thailandia. L’usanza vuole che i doni vengano aperti in seguito, quando non ci si trova davanti all’ospite che li ha portati.

Come comportarsi in Thailandia nei luoghi pubblici

Passiamo a questo punto ai luoghi pubblici. Levarsi le scarpe non è obbligatorio solo ed esclusivamente per accedere alle abitazioni private, ma anche per accedere ai ristoranti e ad alcuni esercizi commerciali. Non sai se in quel negozio è obbligatorio togliersi le scarpe? Scoprirlo non è poi molto difficile. Non devi far altro che sbirciare da fuori coloro che si trovano nel negozio. Se tutti hanno i piedi scalzi, allora devi necessariamente toglierti le scarpe. Se tutti coloro che sono nel negozio hanno le scarpe ai piedi, significa che in quell’esercizio commerciale questa pratica non è obbligatoria.

È buona norma evitare di appoggiare i piedi sopra alla soglia. Secondo la cultura popolare infatti, sulla soglia potrebbero vivere alcuni spiriti che è meglio non schiacciare con quella che è la parte in assoluto più impura di tutto il corpo.

Ecco una lista degli atteggiamenti che è bene seguire nei ristoranti:

  • Puoi chiamare il cameriere con l’appellativo Nong, che significa fratello o sorella. In alternativa metti il palmo della mano verso il basso e muovilo leggermente. Evita tutti i gesti occidentali più diffusi, che sono del tutto irrispettosi, come schioccare le dita ad esempio oppure chiamare il cameriere alzando in modo smisurato il tono della voce.
  • Secondo il galateo, dovresti gustare il cibo thailandese con la forchetta e il cucchiaio. La forchetta dovrebbe stare nella tua mano sinistra e il cucchiaio invece nella tua mano destra.
  • Le mance non sono obbligatorie, ma molto gradite, sia perché si tratta di un modo per simboleggiare il tuo apprezzamento, sia perché si tratta di un bonus importante per i camerieri che hanno un salario infatti piuttosto basso.

Reply